mercoledì 30 agosto 2017

Sfogo

Quando sono veramente esasperata (e capita spesso ahimé....), mi ripeto che io su questo pianeta ci sono piovuta per caso.
Non mi riconosco nelle persone che mi circondano e con cui ho a che fare. 
E non è per presunzione che lo dico. Non penso di essere migliore o peggiore. Semplicemente... mi sento aliena. 
Il mio mantra è "empatia".
Prova sempre a calarti nei panni dell'altro e cerca di capire perché  parla/agisce in quel modo.
Sempre più spesso, però, proprio non ci riesco.

Le cose più evidenti, quelle che basta fare due più due.....e niente, non ci arrivano proprio.
E non è una questione di intelligenza o di arguzia.
Non ci si mettono neppure a cercare di capire, anche se il messaggio è lì davanti e devi sono fare appello alla facoltà di leggere, appresa alle elementari.

Ci sono quei giorni in cui sono "zen" (sempre più rari, a dire il vero...) e guardo certa ignoranza con materna comprensione.
Altri in cui mi verrebbe da aprire in due quelle teste idiote e urlarci dentro "C'E' NESSUNO IN CASAAAA????".




Vabbè....fine dello sfogo.😢

Stavolta ho detto no!

Quest'anno ho voluto trasferirmi in un' altra scuola, satura dei 4 anni passati nella precedente, cosa sulla quale non mi dilungo. ...