venerdì 13 ottobre 2017

Lo siento

Ci sono momenti in cui lo stress e la stanchezza tirano fuori il peggio di te..E in quei momenti chiunque ti si para davanti diventa un nemico, un bersaglio.. Quando sbolli e ci ripensi ti senti male, ti senti pessima.
Dopotutto chiunque ha situazioni che lo portano ad agire in maniera non ottimale.
Ma chi sono io per giudicare e crocifiggere?
Un consiglio che mi sento di dare a chi, come me, ripensa a cose dette o fatte, con rammarico, e vorrebbe aver agito in modo diverso....chiedete scusa!
 È la cosa più liberatoria che ci sia. Funziona solo se si chiede con convinzione, non quello "scusa" che a volte si butta lì per riempire un vuoto in una frase. 
Oggi voglio farlo io, in una lingua che amo e lo esprime proprio come voglio sia ricevuto: lo spagnolo.
LO SIENTO

3 commenti:

  1. È vero, a tutti capita di sbagliare, la differenza è nel riuscire ad ammetterlo, e chiedere scusa è liberatorio... in qualsiasi lingua!
    Ciao, buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. io lo faccio spesso ,mi capita di agire d'impulso e non mi accorgo a volte che qualcosa mi sfugge
    ciao :))

    RispondiElimina
  3. Di carattere sono molto impulsivo, lo so, lo ammetto, cerco di moderarmi, ma talvolta si esplode e lo sfortunato/a che sta davanti a te purtroppo non sa per quante volte prima ti sei trattenuto, hai accumulato, hai ingoiato, ma vive il tuo sfogo come un'offesa personale e spesso chiedere scusa non basta.
    Dovremmo avere tutti un po' più coscienza delle situazioni e usare misericordia nei confronti degli altri , non dico porgere l'altra guancia, ma provare a capire ...

    RispondiElimina

La barca

Avevo aperto questa nuova "stanza" per avere una valida alternativa a Libero, per certi versi un po' sputtanato. Ma se da u...