domenica 19 novembre 2017

Etichette

A chi piace sentirsi etichettato? A nessuno, credo. Un tuo simile, umanamente parlando, perché deve sentirsi legittimato ad emettere sentenze, a meno che non sieda sullo scranno del giudice e lo faccia di mestiere? Eppure capita di frequente, sentire qualcuno che si sente in diritto di dire  “ tu sei ...! “. 
E già per me ti poni male ed apri un crepaccio tra noi due.Io posso essere furibonda ed avercela con te per qualcosa che hai fatto o non fatto,
per aver urtato la mia sensibilità o i miei principi, ma è molto difficile che mi scagli contro di te dicendoti ‘ sei un/ una!’ . 

Se lo faccio vuol dire che sono ubriaca o mi è partito l'embolo, ma succede di rado. 
Sono abituata a stigmatizzare le azioni e i comportamenti, mai le persone! Se ti giudico, o mi giudichi, uno di noi si sta mettendo su un livello superiore, ma dato che siamo entrambi umani e nessuno di noi è alla sbarra,
non accetto epiteti o  appellativo da parte di chicchessia.
Sia chiaro! Se lo fai hai chiuso!

Utilità

E’ importante dedicarsi a qualcosa che riteniamo di valore. Sentirne l’utilità, il cosiddetto   “bene più grande”, che motiva a dar...