sabato 9 dicembre 2017

Il passato ritorna

Ieri grazie a Facebook ho ritrovato una persona del mio passato che cercavo da tempo, senza esito. È stato un caso, visto che non è iscritta col suo vero nome per intero, ma solo una parte. Da subito ne sono stata felice.. Riguarda un periodo della mia vita ormai archiviato da tempo, ma che contiene degli aspetti mai chiariti del tutto, almeno nella mia testa.. Fatto sta che quest'uomo ha abitato la mia mente per diversi anni.. Verso di lui provavo uno strano sentimento, a lungo nascosto e poi confessato in maniera goffa e inadeguata.. Si tratta di una persona che ha un carattere che è l'esatto opposto del mio.. Allegro, positivo, giocoso, ottimista.. Che sia stata l'attrazione degli opposti? Me lo chiedo ancora.. Fatto sta che all'epoca non ero libera, per cui la cosa non ha avuto risvolti, non so se per lui che era troppo onesto per insidiare una donna impegnata o semplicemente perché non gli interessavo come potenziale partner.. Ecco, questo è uno degli interrogativi rimasti irrisolti..
 Per farla breve, gli ho chiesto l'amicizia su Facebook. Lui ha accettato dopo poco ma non ha accennato alcun contatto diretto, neppure quando gli ho mandato in privato il canonico saluto con la manina.. Inutile dire che ho sbirciato il suo profilo, le sue foto e cosa scriveva.. Non molto in realtà.. Sempre impegnato nel sociale, come lo ricordavo, tifoso della Juve e poi ho trovato anche un suo video divertente dove si cimenta come cantante.. Sempre in chiave comica, come piace a lui e penso anche ai suoi amici.. Questa sua mancata disponibilità al contatto mi ha un po' spiazzato e incupito, e mi ha fatto pensare di tirarmi indietro.. Anche perché mi ha fatto riflettere su cosa sono diventata dopo che ci siamo persi di vista, dopo gli anni passati, il mio trasferimento in altra parte d'Italia e molta altra vita ancora.. Mi sono chiesta che senso avrebbe ristabilire contatti.. Ricordare i vecchi tempi? Rivangare questioni passate? Raccontarci le strade diverse intraprese? E poi? Mah! Comunque questo ritrovamento ha scatenato in me parecchie riflessioni.. Mi ha fatto ricordare quante volte ho ripiegato e cambiato strada, percorsi di vita, dopo aver preso decisioni che sembravano importanti, sul momento.. La cosa non mi ha fatto sentire bene.. Quello che sono diventata è il risultato di compromessi, soprattutto con me stessa.. E non c'è da esserne fieri.. Così mi sono chiesta....cosa può avere da dire a me, dopo tanto tempo, una persona positiva, amante della vita, altruista e sopratutto fedele a se stessa?

6 commenti:

  1. fedele a se stesso come tu lo sei di te. Le persone, gli amici di vecchia data che non senti da tempo meglio lasciarli dove sono e se succede che li incontri ,meglio se "fisicamente" e non su faccialibro. questa cosa a me ricorda quei classici inviti che odio e puntualmente arrivano una volta all'anno..le riunioni di classe ,quelle cene dove non conosci nessuno ma sei dello stesso anno, della stessa scuola. buona Domenica

    RispondiElimina
  2. In circostanze diverse sarei d'accordo con te. Ma ti assicuro che questa questione non ha niente in comune con le squallide rimpatriate tra ex compagni di scuola. Questa persona, come speravo di far capire dal mio post, fa parte sì del mio passato, ma non così remoto. Quanto alla certezza con cui affermi che anche io sono fedele a me stessa, forse mi stai sopravvalutando. Comunque ti ringrazio del complimento. Ad ogni modo, non credo che ci sarà alcun incontro, né fisico né virtuale. Se leggi, buona domenica sera.

    RispondiElimina
  3. Anche io, anni fa, ho cercato e ritrovato una cara amica persa tanto tempo fa in modo brusco, a causa di eventi non dipendenti dalla nostra volontà. Abbiamo anche avuto modo di rivederci. Il fatto è che, anche avendo ancora molte cose in comune, la vita ci ha in qualche modo cambiato, non dico in meglio o in peggio, semplicemente siamo diversi da come eravamo prima. Tra l'altro la mia idea di come fosse stata la sua vita era molto diversa, quindi ho dovuto fare i conti con altre realtà, che non immaginavo.
    Come è andata a finire? È nei mie contatti whatsapp, ma non ci sentiamo mai. Sono comunque molto felice di averla ritrovata perché era un tassello mancante del mio passato, ora ritornato al suo posto.
    Per quanto riguarda la tua domanda finale credo che tu, oltre ad essere pessimista, ti sottovaluti troppo. A me pare che tu abbia un mondo interiore bellissimo, ricco di sfumature, e pieno di emozioni da condividere.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le persone attraversano la nostra vita.Molte senza lasciare tracce significative, altre, poche, lasciando dei segni indelebili. Ma poi proseguono il loro cammino. Solo raramente si affianca al nostro. E' triste, ma è la vita. Grazie per il tuo consueto apprezzamento

      Elimina
  4. Persone che hanno avuto un ruolo nella mia vita ce ne sono alcune, come credo nella vita di tutti.
    A volte li incocio, magari nel virtuale dove puoi andarli anche a cercare e quasi a spiare.
    La tentazione di un contatto a volte è molto forte, ma poi... come giustamente dici, ognuno ha fatto la sua strada e quelle emozioni che per me sono così vive , in altri sono state coperte da emozioni più forti, che hanno dato più gioia.
    Ed allora per non rischiare di fare l'inguaribile romantico nostalgico preferisco lasciar perdere, meglio che conservi per me queste sensazioni prima di vederle magari cancellate da una delusione.
    Il passato è fatto per imparare, per icordare, non per viverci.
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste persone costituiscono parte dei pezzi che perdiamo per strada. Ci si impoverisce, perdendole, anche se ci hanno fatto male. Anch'esse, magari involontariamente, hanno contribuito a renderci quelli che siamo. Concordo con te, non bisogna vivere nel passato. Non lo faccio, anche perché non è granché.... Ben riletto

      Elimina

La barca

Avevo aperto questa nuova "stanza" per avere una valida alternativa a Libero, per certi versi un po' sputtanato. Ma se da u...